Accoglienza

Accoglienza

accoglienza (1)

Per Pacefuturo accogliere una persona in difficoltà, non importa il colore della sua pelle o la sua nazionalità, è un dovere morale.

Chi poi è costretto a lasciare la terra dove è nato, i propri cari e tutti i suoi averi per cercare un futuro migliore per sé e per la propria famiglia deve poter trovare la solidarietà di tutti noi, che in questo momento, viviamo tempi migliori (diritto sancito dagli Stati firmatari della Convenzione di Ginevra del 1951).

È un atto di civiltà per una trasformazione sociale e responsabile della nostra comunità, per non dimenticare chi siamo e soprattutto chi eravamo, allargando la prospettiva culturale dal locale al globale attraverso la promozione di nuove forme di cittadinanza attiva, di solidarietà e di inclusione sociale.

L’accoglienza deve nascere e svilupparsi grazie alle risorse positive del territorio (associazioni locali, imprese private, amministrazioni pubbliche) e deve riguardare tutte le persone in difficoltà: richiedenti asilo o nostri concittadini.

L’Arte espressiva declinata in pittura, scultura, musica e teatro, è un’attività imprescindibile e strategica per una vera politica di inclusione e di crescita insieme, in particolare pacefuturo ha ideato la Refugees Creative Box.

Solo così, se gestita in modo corretto, diventa promotrice di progetti di welfare generativo, e un’importante risorsa di crescita culturale ed economica per tutta la comunità che accoglie.